Skip to main content

QUI POSTULAZIONE #12 ▪ Nel ricordo della morte del Beato Padre Alfredo Cremonesi

Nel ricordo della morte del Beato Padre Alfredo Cremonesi (7 febbraio 1953)

Padre Alfredo Cremonesi, originario di Ripalta Guerina dove era nato il 16 maggio 1902, trascorse gli ultimi due anni di formazione al sacerdozio nel seminario del PIME, e ricevuta l’ordinazione nel 1924 l’anno seguente fu inviato in Myanmar, paese asiatico allora chiamato Birmania.

Destinato al Vicariato Apostolico di Toungoo, operò tra i Cariani anche durante la Seconda Guerra Mondiale, subendo limitazioni di libertà nel suo ministero in quanto italiano, prima dagli inglesi poi dai giapponesi.

Terminato il conflitto, forte anche delle preghiere delle persone care, ritornò ai suoi villaggi, dove prestò assistenza agli abitanti anche durante il conflitto successivo all’indipendenza del Paese nel 1948.

Fu proprio in quello di Donokù (oggi Kyaukpon) che diede la vita per difenderne la popolazione dalle truppe governative che la ritenevano a favore dei reazionari. Era il 7 febbraio 1953.

Martire per la fede, è stato beatificato a Crema il 19 ottobre 2019.

Della bellezza della Missione così ne scriveva:

«Ma voi vedete che un povero missionario, già indebitato, non può certo moltiplicare i catechisti.

E’ una cosa umiliante parlare così, ma non si scappa.

Noi missionari domandiamo sempre per prima cosa la preghiera.

Il nostro è il più misterioso e il più meraviglioso lavoro che sia dato all’uomo non di compiere, ma di vedere: convertire anime ed anime così rozze che non hanno nessuna idea di soprannaturale.

È un miracolo più grande di ogni altro miracolo.

Per questo abbiamo un immenso, urgente bisogno di preghiere».

  • Creato il .