Skip to main content

Cristo fra i cinesi. La figura di Matteo Ricci

Cristo fra i cinesi. La figura di Matteo Ricci

di P. Antonio Sergianni

 

Chi era Matteo Ricci? Lo ha ricordato più volte P. Antonio Spadaro, per molti anni direttore della Civiltà Cattolica e oggi Segretario di Stato vaticano per la cultura. Ricci è una figura importante nella storia della Chiesa, un esempio per Papa Francesco, proprio per il suo lavoro di evangelizzazione in Cina, che non cercava il conflitto, ma semmai il confronto, i rapporti umani. Possiamo dire che, insieme a Magellano, quella di Matteo Ricci è per il papa la figura di riferimento, così come è stato il faro per un intellettuale di tutt’altra fama, cioè Franco Battiato. Il suo “Centro di gravità permanente”, canta proprio di questo gesuita euclideo, che si veste come un bonzo, per entrare a corte dell’imperatore della dinastia dei Ming. “Fra i fatti principali che mi orientarono alla Cina – dice P. Sergianni nell’intervista a Riccardo Bigi, pubblicata all’inizio di questo libro - ricordo la testimonianza di due missionari espulsi dal Paese. Eravamo negli anni 1955-56. Il primo fu un missionario che aveva passato alcuni mesi nelle carceri cinesi. Era ancora deluso, amareggiato, pieno di astio e rancore. Poco dopo passò P. Amelio Crotti, del PIME. Aveva conosciuto le stesse carceri cinesi del missionario di cui sopra. Ci parlò del periodo di carcere con molta serenità. Era in pace, contento e orgoglioso di aver sofferto per Cristo e il suo Vangelo. Fu questa testimonianza che innescò in me il sogno di andare in Cina”. Cristo tra i cinesi è anche un viaggio nella Cina di oggi, attraverso le testimonianze di due papi, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI, ma anche con una lettura critica dei preziosissimi scritti del gesuita Matteo Ricci, un missionario del 500, del quale proprio Papa Francesco ha di recente iniziato il processo di beatificazione. Insomma, un volume molto semplice, ma che può restituire la visione complessa di un miliardo di persone e di un continente, con fatti che sono, per noi, spesso da conoscere e a volte anche da esplorare.

  • Creato il .