Italia - P. Luciano Ghezzi (1946-2020)

Padre Luciano Ghezzi è mancato improvvisamente, alle 2 di questa notte, mercoledì 5 agosto, all’ospedale di Cernusco sul Naviglio (Milano). Era stato ricoverato solo alcuni giorni prima, per disturbi non ancora chiari, forse riconducibili a problemi ai reni o al fegato. Aveva 74 anni.
 
Padre Luciano nasce il 20 marzo 1946 a Cernusco sul Naviglio da Luigi ed Enrica Galbiati. Proveniente dalla famiglia, entra nel Seminario dell’Istituto a Cervignano (UD) nell’ottobre del 1972; l’8 marzo 1974 emette la Promessa Definitiva di appartenenza all’Istituto e il 28 giugno viene ordinato presbitero. Il 15 febbraio 1978 parte per le Filippine, missione a cui era stato destinato, dove rimarrà fino al 1990. Per i seguenti 5 anni presta servizio in Italia e nell’allora Delegazione Missionari Laici; dal 1995 al 2004 è membro della regione Stati Uniti, di cui ricopre per alcuni anni il ruolo di vice Superiore, lavorando anche nella missione aperta a Cuanaxatitlàn nello stato di Guerrero in Messico. Rientrato in Italia vive in alcune comunità dell’Istituto, fra cui quella di Sotto il Monte, sua ultima residenza. A fine gennaio di quest’anno aveva perso la sorella più giovane della sua famiglia composta da altri due fratelli e altrettante sorelle. 
 
Di P. Luciano riporto alcune righe scritte per il notiziario della Comunità Pastorale Famiglia di Nazaret, di cui la parrocchia di Cernusco è parte, nel 2007, in occasione del rapimento di P. Giancarlo Bossi – suo compagno di missione –, a Mindanao (Filippine). Scriveva così: “conta solo la preghiera e non avere nel cuore alcun odio o risentimento... Uno quando si mette alla sequela del Signore Gesù deve mettere in conto queste persecuzioni… Una volta che accetti di vivere ciò che scopri nel più profondo del tuo essere, non c'è più null'altro che ti può interessare e tutto il resto non ha più valore. Ciò che conta allora è il palpito di questa vita profonda e vera che è dentro, nel tuo intimo più vero e autentico, che spesso neanche tu conosci bene ma che c'è, palpita, vive, respira, ti prende tutto di te, e che tu t'accorgi che è ancora poca cosa che tu puoi offrire. Questa vita è Dio, è Cristo, ed allora il resto è solo un episodio in questa strada.
Questo penso, in breve, che sia quello che il mio fratello Giancarlo sta vivendo. Prego per lui, naturalmente, perché tutto si risolva come dovrebbe essere, ma sono certo nel contempo che tutto questo è motivo di felicità, quella vera, intima, profonda, se si vuole strettamente privata, che solo lui può godere ed apprezzare.”
 
Noi tutti siamo tristi per la tua morte improvvisa, caro Luciano. Crediamo però che per te, questo passaggio al Padre, è motivo di felicità, vera, intima e profonda. E anche ora che sei nell’abbraccio di Dio, ora che non puoi altro se non amare e ricordare a Lui tutti noi e i tuoi cari, prega per noi perché possiamo essere un poco più attenti a quel palpito di vita profonda che abita in noi e in ogni fratello.
Il funerale di P. Luciano si terrà venerdì 7 agosto, alle ore 14.30 presso la chiesa prepositurale di santa Maria Assunta (piazza Conciliazione 1 – 20063 Cernusco sul Naviglio). Domani, giovedì 6, alle 17.30, presso il Cimitero cittadino, la comunità parrocchiale si riunirà per la preghiera del Rosario, offerta per P. Luciano.

  • Creato il .
Condividi
FaceBook  Twitter  

© Copyright Pontificio Istituto per le Missioni Estere - P.I.M.E.

Direzione Generale: Via Monte Rosa, 81 20149 Milano - Italia - Tel. 02 438201 Fax 02 43822699