Padre Giovanni Zimbaldi è tornato alla Casa del Padre oggi, 2 maggio, alle 13.20 (ora locale) in Thailandia. Avrebbe compiuto 90 anni il prossimo luglio. È morto a Fang, provincia e diocesi di Chiang Mai.

Nato a Monza il 3 luglio 1929, entra nel PIME a Monza nel 1940. Il 28 giugno 1953 è ordinato presbitero a Milano. Dopo un servizio in Italia come insegnante a Vigarolo, nel 1957 è destinato alla missione di Kengtung, in Birmania. Trascorre nove mesi negli USA per l’apprendimento dell’inglese. Raggiunta la missione, studia la lingua Lahu (lingua che gli permetterà, quindici anni più tardi, di iniziare, appena arrivato in Thailandia, l’apostolato con questa etnia). Stabilitosi a Mong-Pok, assiste - come può - la popolazione angariata dai soldati cinesi di Chiang-kai-shek. Dopo un anno trascorso a Bassein per lo studio del birmano (dicembre 1959-novembre 1960), ritorna a Kengtung.

Nel 1966 quasi tutti i missionari vengono espulsi dalla Birmania. Padre Giovanni ritorna in Italia. Gli viene affidato l’incarico di rettore di Vigarolo. Nel 1969 parte per gli Stati Uniti come formatore a Maryglade. Tenta di ottenere il permesso per rientrare in Birmania, ma senza successo.

Nel dicembre 1972 il PIME apre una missione in Thailandia. Padre Giovanni riparte per il paese asiatico. Inizia quindi il lavoro di evangelizzazione tra le tribù dei monti, non solo tra i Lahu della Thailandia e quelli della confinante Birmania, ma anche tra la gente di etnia Akha, Lisu e Shan nel distretto di Fang, provincia di Chiang Mai (diocesi di Chiang Mai). Dal suo lavoro metodico, pieno di fede e di zelo missionario sono nate 4 parrocchie: Fang (provincia di Chiang Mai, diocesi di Chiang Mai), Mae Suai (provincia di Chiang Rai, diocesi di Chiang Rai), Chiang Dao (provincia di Chiang Mai, diocesi di Chiang Mai), Ban Thoet Thai (provincia di Chiang Rai, diocesi di Chiang Rai). 

Aveva adattato i caratteri di una macchina da scrivere e stampato libri di carattere religioso anche per la Birmania. 

Ha lavorato tantissimo fino a un paio di anni fa, quando per varie complicazioni di salute è stato costretto a letto e in carrozzina. In questi anni di malattia, ha mantenuto una serenità di fondo, nonostante la sua condizione. Spesso la gente passava a salutarlo e a chiedere la benedizione. 

I funerali saranno mercoledì 8 maggio 2019 alle ore 10.00, nella chiesa parrocchiale dell'Epifania a Fang e saranno presieduti dal Vescovo di Chiang Mai Mons Francis Xavier Vira Apondratana. Anche il Vescovo di Chiang Rai Mons Joseph Vourtiloet Haelom ha annunciato che parteciperà al rito funebre. 

Verrà sepolto come desiderava, nel cimitero  parrocchiale di San Ton Mu poco lontano da Fang, tra la sua gente. Ringraziamo il Signore per la vita piena e feconda di questo missionario dedicato e zelante. Che il Signore lo accolga nella sua casa. Gli chiediamo che continui a pregare per la sua gente, per la diocesi di Chiang Tung (Myanmar), per le due diocesi di Chiang Mai e di Chiang Rai (Thailandia) e per il lavoro di evangelizzazione del PIME in questi due paesi.

Riposa in pace nella pace del Signore. 

 

Condividi
FaceBook  Twitter  

 

 

SCHEGGE DI BENGALA

Il Blog di P. Franco Cagnasso

LETTERA DALLA MISSIONE

Il Blog di P. Silvano Zoccarato

JSN_TPLFW_GOTO_TOP

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Leggi di più